MENU

Ven 27 – dom 29: vino, cibo di strada, storia e archeologia a Gavi (AL)

26 maggio 2016 •

Foto Libarna

La denominazione artistica del Gavi unisce il Forte e l’Area archeologica di Libarna. Nell’ambito del progetto “Gavi For Arts” promosso dal Consorzio Tutela del Gavi il 27, 28 e 29 maggio, tra il Forte di Gavi e l’Area archeologica di Libarna, si terranno una serie di manifestazioni legate all’arte, alla storia, all’archeologia e al vino.

Sabato 28 maggio in particolare la giornata sarà dedicata a Libarna con un convegno sull’archeologia del vino, con percorsi di visite guidate alla città romana e sul tema dell’origine antica di alcuni cibi del territorio che si concluderanno poi con la possibilità di degustare una selezione di queste eccellenze.

Al pomeriggio all’Area archeologia di Libarna una breve conferenza sulla “Produzione e consumo del vino nell’antichità” (a cura di Marica Venturino, Alberto Crosetto e Alessandro Quercia) anticiperà la manifestazione “Street Food – alle origini del cibo di strada” che di terrà dalle ore 16,30 che prevede degustazioni di prodotti del territorio i cui ingredienti affondano le proprie origini nell’antichità.

Il percorso di visita e le degustazioni guidate sono inserite nello splendido scenario intorno all’anfiteatro di Libarna secondo tre postazioni tematiche, nel rispetto delle tradizioni del territorio, con un comune denominatore, il Gavi Docg, il grande Bianco Piemontese, prodotto negli 11 comuni della denominazione inseriti in un contesto ambientale unico: le “Colline del Gavi”.

Territorio e cultura del cibo sono il binomio perfetto per raccontare la storia di un luogo, con i suoi colori, i suoi sapori che arrivano da un passato lontano ma ancora capace di coinvolgere ed emozionare i visitatori.

Un viaggio quindi nel luogo più antico di questo territorio, alla scoperta delle tante storie di vita quotidiana, storie di cibo e storie di vino raccontate grazie all’archeologia.

Info
www.gavi972.it
www.libarna.al.it

Se volete conoscere il forte di Gavi c’è il nostro itinerario: Gavi, il forte tra i vigneti

 

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »