MENU

Musica o caffè? I nuovi riti del vivere in villa

16 luglio 2015 •

Il portico d’ingresso del Padiglione della Musica a Comerio

Il portico d’ingresso del Padiglione della Musica a Comerio

Il Padiglione della Musica di Villa Tatti
Che si tratti di un edificio per ascoltare la musica lo suggeriscono i decori a tema musicale che vi si trovano: la lira, ma anche l’alloro, che allude alla Poesia. Nulla di strano per una villa di delizia sorta anche per godere delle arti, oltre che del paesaggio. Ma probabilmente quei decori, alcuni dei quali realizzati con il moderno cemento, sono l’aggiunta novecentesca a un edificio del XVIII secolo. A quel tempo, il padiglione era forse utilizzato dai proprietari della villa come una “coffee house”, edificio assai raro in Lombardia. Queste tipologie di costruzioni furono importate nel Settecento dagli Austriaci proprio per accogliere in una cornice scenografica i nuovi riti del caffè e della cioccolata, con i quali la nobiltà di allora si… deliziava. Altro omaggio alla musica si coglie nei rilievi che ornano il Belvedere, dove fra voluttuose fanciulle appare una lira.

100Km_Arrow_Back

La discesa nell’abisso: la Grotta del Remeron

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »