MENU

Ven 26: visita guida alla Ca’ Granda

25 febbraio 2016 •

DSCN1978

Storia di un duca, di una colomba e dell’ospedale più moderno d’Europa

Quello che nella Milano moderna è la sede dell’Università Statale, è stata fino all’inizio del Novecento la sede dell’Ospedale più importante della città. A fondarlo, il duca Francesco Sforza signore di Milano, che nel 1456 commissionò all’architetto Filarete un progetto grandioso e all’avanguardia, destinato a divenire modello per gli ospedali di tutta Europa.

Affacciato sulle acque del Naviglio che servivano al trasporto delle merci, l’ospedale fu creato con un’ala maschile e una femminile, tubazioni in piombo e latrine ogni due letti: una dotazione di servizi per l’epoca modernissimi.
Nonostante le stratificazioni, le aggiunte, i gravi danni della Guerra, la Ca’ Granda resta uno degli edifici pubblici più importanti del Quattrocento Milanese, con i suoi cortili storici, e con la Cripta riaperta di recente sotto la chiesetta.
Ma resta anche un edificio di indubbio fascino per la complessa simbologia che si nasconde dietro il rigoroso impianto ad quadratum con cui fu concepito.

Una storia di arte e di devozione che si intreccia e che trapela anche adesso che i malati hanno lasciato il posto al brulicare vivace degli studenti dell’Università.

Una storia che è anche di accoglienza verso i più deboli e che fu all’origine dell’istituzione del grande Ospedale di Milano.

Architettura curiosità e simbologia della Ca’ Granda.

Quando
venerdì 26 febbraio 2016, h. 17,30 (durata: circa 2h)

Dove
Ritrovo via Festa del Perdono, Milano (all’ingresso principale dell’Università)

Costo
 10€ – Prenotazione obbligatoria a prenotazioni@100kmdamilano.it (o tel. 339 2459912)

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »