MENU

Treno Storico per la Valsesia: si parte da Milano

1 agosto 2016 •

3 copia
L’11 aprile 1886 veniva inaugurata la linea ferroviaria della Valsesia: grazie alla lungimiranza degli ingegneri Antonini ed Axerio, la capitale della valle Varallo Sesia era finalmente collegata con il capoluogo Novara, permettendo un notevole sviluppo sociale, economico e culturale dei territori attraversati dal treno.
A 130 anni di distanza, grazie all’intesa tra Fondazione FS Italiane, comune di Varallo ed Associazione Museo Ferroviario Valsesiano è possibile rivivere i fasti dei festeggiamenti dell’epoca grazie ad un nutrito programma di treni storici, il cui culmine sarà il treno con locomotiva a vapore che partirà domenica 4 settembre dalla stazione di Milano Centrale: un convoglio storico che riallaccia le fila del secolare rapporto tra la Valsesia e Milano.
La festa per i 130 anni della linea si va ad inserire nel più grande progetto “Treni Storici per la Valsesia”, nato nel 2015 grazie all’impegno di Fondazione FS Italiane, assesorato alla cultura ed al turismo della Regione Piemonte e Città di Varallo, il cui scopo è quello di valorizzare anche a scopo turistico la linea ferroviaria Novara – Varallo Sesia.I viaggiatori che partiranno da Milano potranno beneficiare di una dettagliata organizzazione che comprende:
– degustazioni di prodotti enogastronomici valsesiani a bordo del vagone ristorante, preparati e serviti grazie all’Istituto Alberghiero “G.Pastore” di Varallo Sesia;
– accoglienza nella stazione di arrivo con cortei, degustazioni ed eventi in Città;
– visite guidate con Guide Turistiche accreditate alla Città di Varallo Sesia;
– rilascio di materiale illustrativo;
– sconti per gli ingressi nei Musei cittadini e pranzi convenzionati con i ristoranti della Città.

Racchiusa tra le vette delle Alpi Pennine e conosciuta anche come “valle più verde d’Italia”, la Valsesia (VC) è dominata dal massiccio del Monte Rosa.La testimonianza più importante del talento artistico dei valligiani è rappresentata dal Complesso Monumentale del Sacro Monte, il più antico tra i sacri monti lombardo – piemontesi e patrimonio UNESCO dal 2003.

Ma “Valsesia” vuol dire anche gusto: i sapori della cucina tradizionale sono legati all’ambiente alpino e prealpino. Alla base ci sono i prodotti del lavoro montano come latte, burro, formaggio, polenta, pane e miele: ricette semplici e proprio per questo gustose ed uniche. Il tutto coronato dalla secolare produzione di vini: ben tre vini DOC e due DOCG, rispettivamente Boca, Sizzano, Coste della Sesia; Gattinara e Ghemme – che prendono il nome dai paesi omonimi di produzione e sono frutto di vitigni secolari.

I posti disponibili non sono ancora molti, vi consigliamo di prenotarvi in fretta.
Per informazioni e prenotazioni:
Telefono: 338.9252791 – Mail: museofervals@gmail.com
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »