MENU

Il Touring Club Italiano

16 luglio 2015 •

100km_PEDIA

Cent’anni (e più) dalla fondazione
Il nome originario di questa associazione destinata ad avere per l’Italia un ruolo fondamentale, era Touring Club Ciclistico Italiano, fondato a Milano da un gruppo di “ferventi velocipedisti milanesi”, l’8 novembre 1894.
Tra i fondatori, oltre a Bertarelli, titolare di una azienda di arredi sacri e a Johnson, proprietario di una fabbrica di medaglie, si annoverava una nutrita schiera di imprenditori milanesi. Erano anni di grande fermento per la città che, affascinata dalla modernità, sperimentava in ogni campo. Lo stesso Johnson, grande sportivo, aveva provato l’ebrezza del volo con un pallone aerostatico, e anche il velocipede (la nostra bicicletta) rappresentava per il tempo il progresso su due ruote. Anzi, sarà proprio l’associazione a proporre le prime piste ciclabili e a munirle di postazioni di soccorso e di riparazione. È opera del TCI anche la realizzazione dei cartelli stradali.
Accomunati da queste grandi passioni, i 58 fondatori del futuro Touring Club Italiano furono anche i promotori appassionati della bellezza dell’Italia, non solo viaggiando, ma prodigandosi in iniziative editoriali destinate a rimanere pietre miliari nella storia del turismo. Nel 1895 fu pubblicata la prima Guida-itinerario dell’Italia e di alcune strade delle Regioni limitrofe; nel 1906 fu stampata la Carta d’Italia e le Guide Rosse delle regioni, che costituirono a lungo un fondamentale catalogo preciso e dettagliato della ricchezza del Paese, videro la luce nel 1914. Bertarelli stesso condusse un’inchiesta sugli errori di toponomastica sulle carte italiane, che, con un’operazione senza precedenti e in anticipo sui tempi, coinvolgeva direttamente gli iscritti!
La sede storica del TCI è in corso Italia a Milano, in un palazzo sorto nel 1915 su progetto di Achille Binda, ornato dalle insegne dell’Associazione, oltre che da mosaici ed eleganti ferri battuti.

100Km_Arrow_Back

La discesa nell’abisso: la Grotta del Remeron

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »