MENU

La Tortionata o Torta di Lodi

19 febbraio 2015 •

La Tortionata o Torta di Lodi

100km_PEDIA

La ricetta vera e propria di questa torta risale “solo” al 1885, ma in breve questo dolce è diventato uno dei più tipici della città, tanto da meritarsi il nome di Torta di Lodi. Terra agricola per eccellenza, il Lodigiano abbonda di latte: si conta che nella provincia si produca circa il 4% del latte nazionale!

Molti quindi i prodotti caseari, come il Granone Lodigiano, da cui si ricava la tipica Raspadüra, ottenuta grattando dalla forma sottili veli di formaggio; il Mascarpone, o Mascherpa, come si chiama nel dialetto locale o il Pannerone.

Facile allora immaginare che l’abbondanza di latte e derivati si traduca anche nella produzione di dolci: la Torta di Lodi è fatta di farina, mandorle e di una buona dose di burro, per una torta secca, eppure morbida, molto gustosa. Il nome? La tradizione vuole che derivi dal pasticciere Alessandro Tacchinardi che la definì la “torta di quando io sono nato”, ovvero “torta io nata”!

Altri dolci locali? La Cotognata e la Turta de Casal, che si impasta con farina e metà dose di burro, senza uova o altri leganti, ma con una farcitura di frutta.

100Km_Arrow_Back

IL SACRO MATTONE PADANO TRA LODI E LODI VECCHIO

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »