MENU

Regali evasioni

13 febbraio 2015 •

La leggendaria via di fuga del re

100km_PEDIA

Vero e proprio gioiello in bilico tra l’ispirazione liberty e il più maturo gusto Déco, quest’ala della Stazione non è al momento (2015) visitabile, se non in occasione di eventi. Il Padiglione Reale si dispone su due piani accessibili dall’interno della Stazione, al piano dei binari, ma anche dalla sottostante piazza Luigi di Savoia dove è ancora riconoscibile tra i sampietrini che coprono la strada il nodo Savoia in corrispondenza dell’ingresso. All’interno del Padiglione si trovano numerose opere d’arte, come il busto di Vittorio Emanuele III (di Franco Lombardi), una serie di pannelli allegorici con le attività militari (di Ambrogio Bolgiani) e un bassorilievo di A. Bazzoni. Il sontuoso pavimento di legno intarsiato del Salone di Ricevimento (al piano dei binari) ha un motivo di croci uncinate (svastiche) e gli arredi di E. Lancia e G. Ponti in ebano e palissandro che denunciano lo sfarzo profuso nei decori. Il salone è servito anche da un ascensore privato e da un bagno. All’interno di questo, dietro la specchiera si nasconde una scala che, conducendo sui tetti offriva al re una via di fuga. Non pare tuttavia non sia mai stata usata.

100Km_Arrow_Back

Sotto il segno di Mercurio: la Stazione Centrale di Milano

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »