MENU

30 sett-1 ott: I vini e i prodotti della Valcamonica a Scior del Torcol

26 settembre 2017 •

Scior del Torcol in Valcamonica

I giovani viticoltori della Valcamonica incontrano il pubblico a Sciör del Torcol, a Losine. Due giorni di festa e degustazioni, che anche un’occasione per conoscere un territorio ricco di storia, arte e cultura. 

In bassa Valcamonica la tradizionale vitivinicola ha subito un forte declino negli anni dell’industrializzazione, nel secondo dopoguerra. Come in moltissime altre zone d’Italia gli agricoltori hanno lasciato il lavoro nelle proprie terre per andare a lavorare in fabbrica, da queste parti quelle siderurgiche.

Nei primi anni del nuovo millennio un gruppo di giovani appassionati decide di recuperare i vigneti della zona, anche grazie al sostegno delle amministrazioni locali. Vengono recuperati vitigni, sapienze e mestieri che erano stati dei loro nonni. Nasce l’Associazione Al Torcol, che prende il nome dal torchio, l’attrezzo che più di tutti identifica la figura del viticoltore, lo strumento che nei secoli ha mantenuto intatto il suo utilizzo: schiacciare la vinaccia fino a farne uscire tutto il mosto.

Oggi l’associazione riunisce 15 soci, che una volta all’anno presentano al pubblico i propri vini nel corso di una manifestazione che si tiene Losine: Sciör del Torcol.

Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre gli appassionati di vino (ma non solo) potranno incontrare direttamente i produttori nel centro storico del paese e, naturalmente, assaggiare i ben 60 vini presentati… dura due giorni, tranquilli… Si tratta in gran parte di piccole cantine, da due a quattro ettari di vigneto, e proprio per questo c’è l’occasione di incontrare i produttori, avere informazioni sulle tecniche, sulle uve, sulle sperimentazioni.

I vitigni locali, di IGT Valcamonica, sono, per i rossi, Cabernet, Merlot, Marzemino, e per i bianchi Incrocio Manzoni, Riesling, Muller Thürgau. Alcuni viticoltori stanno anche sperimentando le “bollicine” dato che grazie, al terreno e al clima favorevoli, i risultati sono molto promettenti.

Il programma prevede, oltre alle degustazioni di vini, la presentazione dei molti prodotti gastronomici del territorio, come per esempio il Formaggio Silter DOP, i salumi di Capodiponte, zafferano, miele, formaggi caprini, farine di mais nero spinato.

Saranno presenti, per momenti di degustazione, membri dell’Associazione Italiana Sommelier e dell’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio.

Due giorni di festa, con momenti di animazione per bambini, concerti musicali, stand gastronomici castagne e vin brulè. Cliccare qui per il programma dettagliato

Sciör del Torcol, aggiungiamo noi, è un’ottima occasione per visitare gli incantevoli borghi della zona, come Bienno o Cerveno, il castello di Breno, o raggiungere il Lago d’Iseo, che dista pochissimo chilometri da Losine. I paesi di Lovere e Pisogne, nell’alto lago, sono le porte della valle Camonica. O per visitare i siti di Arte rupestre della Valcamonica, Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Per chi decide di trascorrere l’intero fine settimana in zona, l’Organizzazione di Sciör del Torcol può dare indicazioni su B&B convenzionati.

Per chi decide di andare in treno, la linea è la Brescia-Edolo, stazione di Breno. Gli organizzatori, anche nel caso di piccoli gruppi, sono disponibili per il trasferimento a Losine.

Prossimamente, sul nostro sito, qualche dettaglio sul programma della due giorni

Contatti: Associazione Al Torcol. Via Prudenzini, 22, Losine (BS)

info@altorcol.it; cell 347 9696862

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »