MENU

San Colombano DOC

31 gennaio 2017 •

a cura di Cia Mi-Lo-Mblogo_cia_mi

san-colombano_01h

L’area collinare di San Colombano al Lambro, in provincia di Milano, vanta una tradizione vitivinicola sin dall’epoca romana, anche se lo sviluppo nella zona risale al 1394, con la dominazione della famiglia Visconti. Il vino prodotto nell’area è stato riconosciuto DOC nel 1984 e dal 1987 è stato costituito un Consorzio volontario vini DOC San Colombano, a cui hanno aderito molte delle aziende vitivinicole dell’area.

Per far parte della denominazione controllata “San Colombano al Lambro” o “San Colombano” i vini devono rispondere a particolari condizioni e requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione, il quale prevede le tipologie di “San Colombano al Lambro” o “San Colombano” entrambi nelle varietà rossa, ferma o frizzante, e bianca, ferma o frizzante.

Il San Colombano rosso è ottenuto da uva Croatina al trenta-cinquanta per cento, barbera venticinque-cinquanta e uva rara, massimo al quindici per cento. E’ prodotto come vino frizzante oppure fermo, da medio a lungo invecchiamento. E’ un vino adatto a conservarsi per due-quattro anni e si accompagna alla cucina contadina: salumi, minestre, cacciagione, pollame, piatti preparati con le parti povere del maiale, formaggi e castagne arrosto. Il San Colombano bianco invece è prodotto con uve Chardonnay, almeno al cinquanta per cento e Pinot Nero, almeno dieci per cento, nelle varianti tranquillo o vivace, inoltre è consentito fino al quindici per cento di vitigni a bacca bianca non aromatici coltivati in Lombardia; è un vino delicato, dal sapore armonico e fresco.

Esiste anche una particolare varietà del San Colombano, IGT Collina del Milanese, riservata a vini bianchi, nelle tipologie frizzanti e passito, rossi, nelle tipologie frizzante e novello, e rosati, anche nella tipologia frizzante. Questa varietà IGT è ottenuta grazie a delle caratteristiche microclimatiche della zona e alla lunga tradizione locale.

A cura di Confederazione Italiana Agricoltori MI-LO-MB

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »