MENU

Relax all’ombra dei silos: il cortile nascosto di Porta Genova

5 aprile 2015 •

Il cortile di via Bugatti, all'ombra dei silos

Nel vecchio quartiere di Porta Genova, nel cuore della Milano industriale di inizio Novecento, c’è un angolo di pace che sembra congelato nel tempo. È il cortile della Galvanotecnica Bugatti, che si apre inaspettato all’interno di un vecchio e austero fabbricato di chiara origine industriale. Si affaccia sul fondo di una via cieca che “finiva” sulla ferrovia, da cui si diramavano i binari che trasportavano le merci direttamente negli stabilimenti.

Esempio illuminato di recupero di una struttura industriale, il piccolo cortile è un luogo poetico dove oggi ci si può fermare ai tavolini all’aperto del bar che occupa un lato del cortile. La frescura è assicurata  da ulivi e viti che nella bella stagione invitano a una piacevole sosta. Ai due grandi silos color rosso minio è affidata la memoria della storica fabbrica che lavorò per le maggiori industrie meccaniche e automobilistiche del Novecento: Fiat, Lancia, Ansaldo, Bianchi, Guzzi, Olivetti.

Fondata nel 1923 da Alberto Barattini, la Barattini & C. realizzava infatti nichelature, cromature, zincature e, nel dopoguerra, gli innovativi bagni alcalini senza l’uso di cianuri, richiesti dall’industria automobilistica o finalizzati per la produzione di mobili metallici. Con l’avvento delle materie plastiche e la sensibilizzazione sui temi ambientali, l’azienda fu ceduta dai Barattini che avviarono nel 1996 il recupero degli edifici, dopo il trasferimento della produzione fuori Milano. È allora che, questi spazi, con la consulenza dell’architetto Luigi Caccia Dominioni, sono tornati a nuova vita: le sale del piano terreno sono adibite a suggestive ambienti per eventi e manifestazioni e tra queste spiccano in particolare la grande sala con le colonne in ghisa originali e la sala del carroponte.

Al piano superiore, i vecchi laboratori chimici (1946), ancora arredati con i banconi originali, sono stati dal 1998 al 2006 sede dell’Università dell’Immagine, una scuola di altissima specializzazione nel campo dell’immagine e della comunicazione, con insegnanti come Benedetta Barzini o Jean-Claude Ellena, celebre naso (creatore di profumi) per Hermès. Anima e fondatore di questo progetto formativo sperimentale, è stato il fotografo Fabrizio Ferri che per primo ha intuito le potenzialità degli edifici industriali dismessi innescando la riqualificazione della zona. Per la moglie, l’étoile del Teatro alla Scala Alessandra Ferri, fu lui ad adibire il magazzino a volta della ex fabbrica in una stupefacente sala da ballo.

Ogni anno in aprile il cortile si anima per gli eventi del Fuori Salone, la seguitissima manifestazione, costola del Salone del Mobile milanese. Ormai radicato nella zona di Porta Genova, il Fuori Salone trasforma il quartiere in una pulsante galleria di novità nel campo del design e della creatività, richiamando una moltitudine di visitatori internazionali.


Galvanotecnica Bugatti
Via Gaspare Bugatti, 7
Orari: lunedì-venerdì 8,30-18,30 (orari del bar nel cortile); apertura straordinaria anche sabato e domenica, in occasione di eventi nella zona; visite degli interni su appuntamento
info@galvanotecnicabugatti.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »