MENU

“Quattro volte Paperino” a WOW Spazio Fumetto

21 novembre 2016 •

1934-paperino-compare-per-la-prima-volta-nel-cartone-la-gallinella-saggia

WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano dedica una mostra unica e speciale a uno dei personaggi più iconici del fumetto internazionale: Paperino. Il papero con la casacca da marinaio è infatti di gran lunga il personaggio preferito dei lettori del settimanale Topolino secondo un sondaggio realizzato in occasione dell’uscita del numero 3000.

Quattro volte Paperino” si propone quindi come un percorso espositivo davvero originale che per la prima volta, attraverso l’esposizione di albi rari, giornali d’epoca, filmati, tavole originali, gadget e memorabilia davvero rare presenta al pubblico tutte le anime di questo personaggio così amato dal grande pubblico: si parte ovviamente dal Paperino classico (il papero collerico, pigro, ma anche generoso, che tutti noi conosciamo) per arrivare a Paperinik (l’eroico difensore della città di Paperopoli), PK (la versione supereroistica di Paperinik), e infine a DoubleDuck (intrepido agente segreto). Quattro anime che hanno conquistato l’immaginario tre generazioni, da quel lontano 1934 in cui Paperino si presentò al pubblico per la prima volta ad oggi con l’uscita della nuova saga di PK e l’anteprima delle nuove avventure di DoubleDuck, previste per la primavera 2017.

La mostra, allestita da WOW Spazio Fumetto dal 19 novembre 2016 al 29 gennaio 2017, è realizzata in collaborazione con la redazione del settimanale Topolino e Pixartprinting.

Negli anni Sessanta, Paperino è un beniamino dei lettori nonostante sia un eterno perdente, e tantissime lettere arrivano alla redazione del settimanale Topolino chiedendo di fare finalmente vincere Paperino, almeno per una volta.

Il percorso espositivo ricostruisce la carriera di Paperino attraverso tavole originali, giornali e libretti d’epoca, riproduzioni di albi, ingrandimenti scenografici, contributi video, documenti storici, gadget e memorabilia. Ogni sezione della mostra, ognuna curata da un esperto diverso di ogni singolo “personaggio”, è introdotta da pannelli che presentano il personaggio, il cast e le storie da leggere assolutamente per conoscerlo.

La prima sezione è dedicata ovviamente al Paperino classico: viene raccontata la sua nascita, la sua evoluzione grafica e caratteriale e ci narra le sue avventure più famose, con particolare attenzione sulla produzione italiana, fiore all’occhiello del fumetto Disney a livello mondiale.

La seconda sezione è dedicata a Paperinik.

La terza sezione è dedicata a PK, di cui nel 2016 ricorre il ventennale e presente in pianta stabile dal 2014 a WOW Spazio Fumetto grazie al murale realizzato da Claudio Sciarrone sul muro esterno del museo, meta ormai di “pellegrinaggi” da parte dei fan, i cosiddetti Pkers.

L’ultima sezione  a DoubleDuck, il nome in codice di Paperino quando fa l’agente segreto per l’Agenzia.

Come Paperinik e PK, anche DoubleDuck ha infatti riscosso grande successo in tutto il mondo: non è quindi un caso che a lui sia dedicato il cofanetto contenente l’edizione speciale in tiratura limitata dell’albo a fumetti tedesco Lustiges Taschenbuch, accompagnato da una litografia autografata, di cui in mostra è presente anche il disegno originale.

Ogni area sarà resa unica grazie a magnifici ingrandimenti su tela e installazioni prodotte dal museo in collaborazione con Pixartprinting.

Durante tutto il periodo della mostra sono previsti eventi, incontri con autori e presentazioni, che permetteranno ai fan di approfondire la loro conoscenza di Paperino.

Inoltre, durante i weekend, sono organizzati laboratori di disegno a tema, per imparare a disegnare Paperino, Qui, Quo, Qua, Zio Paperone, ma anche Paperinik, i malvagi Evroniani o DoubleDuck. Di seguito i primi appuntamenti:

Domenica 27, ore 14.00: visita guidata alla mostra per bambini e famiglie

Info: 02 49524744/45

Ingresso intero 5 euro, ridotto 3 euro

Orario: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00. Lunedì chiuso

La mostra sarà chiusa nei giorni 8, 24, 25, 26, 31 dicembre e 1° gennaio

Fino al 29 gennaio

 

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »