MENU

L’ordine degli Umiliati

24 giugno 2015 •

Dai panni lana all’attentato a San Carlo

100km_PEDIA

Quello degli Umiliati fu uno dei più importanti ordini religiosi fioriti nel clima di pauperismo che attraversa il Nord Italia nel XII secolo. Suddivisi in laici e in chierici, gli Umiliati vivevano in grange: strutture agricole disseminate nelle campagne, dedicandosi alle attività agricole e alla confezione di berettini, i panni lana ottenuti con tecniche innovative per l’epoca.
Per la loro integrità morale, ricevettero l’incarico di riscuotere le gabelle dalla popolazione, ma questo traffico di denaro finì ben presto per comprometterne la missione, al punto che arrivarono a organizzare un attentato ai danni di san Carlo Borromeo, colpevole di voler sopprimere l’ordine. L’archibugiata non uccise il vescovo, ma di fatto decretò la fine degli Umiliati, soppressi nel 1571 dal papa. Alcune delle loro più importanti sedi furono così cedute ad ordini religiosi in linea con il rigore imposto dalla Controriforma. Furono sedi Umiliate le Abbazie di Mirasole e Viboldone e anche il complesso milanese di Brera, dove si insediarono poi i Gesuiti.

100Km_Arrow_Back

PESCHIERA BORROMEO E CORNELIANO BERTARIO: PICCOLI CASTELLI DI PIANURA

 

Print Friendly

I commenti i sono chiusi

« »