MENU

Oscar del cicloturismo: Valtellina sul podio

20 settembre 2016 •

Prov So, Valtellina, Sentiero lungo l'Adda

Un percorso riservato alle bici che da Grado affianca Alpi, mare e i comuni memoria della Grande Guerra, fino arrivare a Salisburgo (Ciclovia Alpe Adria, Friuli Venezia Giulia); una ciclovia lunga 300km (Garda Adriatico, Emilia Romagna) che collega Lago di Garda, Mincio e Delta del Po; un più impegnativo percorso di montagna che da Colico sale a Bormio, nel pieno della Valtellina: Valtellina Bike, Lombardia. È – nell’ordine – il podio dell’Italian Green Road Award, l’Oscar del cicloturismo italiano organizzato da viagginbici.com e assegnato oggi alle migliori ciclovie verdi al CosmoBike Show di Veronafiere, la rassegna di riferimento sulla bicicletta in Italia. Ed è anche la sfida italiana lanciata alle più strutturate reti cicloturistiche europee. Una rincorsa possibile, grazie alla svolta in favore della ‘mobilità dolce’ da parte dell’Esecutivo, che ha stanziato 91 mln di euro per assecondare un fenomeno da 1,5mln di presenze l’anno.

Noi di 100km siamo contenti, perché Valtellina Bike (o sentier Valtellina) è uno degli ultimi itinerari pubblicati: www.100kmdamilano.it

Sul fronte degli investimenti, il Governo italiano nell’ultima Legge di Stabilità 2016 ha inserito la copertura per la realizzazione di quattro nuove ciclovie turistiche: il Grab – ovvero il Grande raccordo anulare delle bici a Roma -, la “Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese”; la “Ciclovia Ven-To” da Venezia a Torino; la “Ciclovia del Sole” da Verona a Firenze.

E se l’offerta turistica ha iniziato a seguire i modelli virtuosi europei, mappando itinerari, strutture ricettive e lavorando sui servizi, dal ministero dei Beni Culturali è partita l’idea di adeguare buona parte delle 1.600 vecchie case cantoniere a punti di accoglienza per i turisti su due ruote, camminatori e amanti del trekking a cavallo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »