MENU

Olio Extravergine d’Oliva del Lario

8 novembre 2016 •

a cura di Cia Mi-Lo-Mblogo_cia_mi

gusto_olive_como

Il clima dei laghi Lombardi ha permesso agli alberi di ulivo, introdotti in epoca romana dai coloni della Magna Grecia, di adattarsi, dando vita ad diverse produzioni olearie, riunite dalla denominazione “Olio Extravergine d’Oliva Laghi Lombardi”.

Il bacino del lago di Como si trova a una altitudine teoricamente non adatta alla coltivazione dell’olio, ma le acque del lago, accumulando calore durante il periodo estivo e restituendolo nei mesi invernali, creano un microclima mite, che unito alla fertilità del suolo, ha consentito lo sviluppo dell’olivicoltura.

Lungo la costa occidentale del Lario, c’è una zona, tra Griante e Sala Comacina, che è chiamata “Zoca de l’oli”, conca dell’olio, dove si concentrano le principali produzioni. L’olio che si ottiene, utilizzando olive della varietà Casalina, Frantoio e Leccino, è di colore verde-giallo, ha un odore fruttato leggero, un sapore fruttato con leggera presenza di amaro e piccante. La raccolta delle olive avviene solitamente entro la fine di novembre, manualmente oppure con mezzi meccanici. La molitura delle olive entro tre giorni, esclusivamente con messi meccanici o fisici, per mantenere le caratteristiche peculiare del frutto.

A cura di Confederazione Italiana Agricoltori MI-LO-MB

 

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »