MENU

La mortadella di fegato

28 novembre 2016 •

a cura di Cia Mi-Lo-Mblogo_cia_mi

mortadella_fegato_01

La mortadella di fegato è un originale insaccato prodotto in diverse zone della Lombardia e del Canton Ticino. È chiamata anche Mortadela de fidig, de fidich o fidighella, è fatta con fegato, pancetta e altri parti del maiale, e deve essere consumata previa cottura.

Questo insaccato, oltre alle carni suine, è prodotto con vino, spezie, aromi, sali e nitriti. Dopo aver miscelato gli ingredienti, si aggiungono il vino, e, poi, pepe e sale. Si prepara successivamente un infuso con spezie e aromi, come i chiodi di garofano, macerati nel vino, che è aggiunto ancora caldo all’impasto, precedentemente miscelato. La mortadella, infine, è lasciata asciugare e stagionare per circa trenta, quaranta giorni.

La mortadella di fegato è un salume dalla consistenza morbida, con un sapore dolce e aromatico: si sente il tipico dolce e amarognolo del fegato, con il profumo speziato dato dal vino e dagli aromi. E’ solitamente accompagnata da lenticchie, purè di patate, polenta, verze cotte o mostarda, per esaltarne il sapore. In alcuni casi è cotta nel vin brulé, oppure insaporita con grappa o Amaretto di Saronno, secondo la ricetta dei vecchi norcini. Il periodo migliore per il consumo è quello tra settembre e marzo.

A cura di Confederazione Italiana Agricoltori MI-LO-MB

 

 

 

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »