MENU

Molta pietra e poco verde

30 luglio 2016 •

La vita nell’Orrido

Muschi e felci che sopravvivono nella penombra degli Orridi

Muschi e felci che sopravvivono nella penombra degli Orridi

La valle è coperta da querce, oltre a tigli, frassini, aceri e betulle, ma soprattutto da castagni, fondamentali sia per il legname, sia per assicurare una preziosa riserva di cibo anche nei mesi invernali (per questo detti Alberi del pane). Gli orridi invece si mostrano sorprendentemente “nudi”, ovvero pressochè privi di vegetazione, per via della poca luce che vi penetra e anche delle particolari condizioni di elevata umidità. Vi si trovano infatti per lo più muschi e piccole felci e, di tanto in tanto, nella bella stagione, qualche radice che “tenta” di allungarsi in profondità, senza peraltro raggiungere mai il fondo.

 

100Km_Arrow_Back

Il Giardino Glaciale degli Orridi di Uriezzo

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »