MENU

I misteri del castello di Brescia

20 luglio 2017 •

Le pitture murali e la porta sul vuoto

100km_PEDIA

FOCUS on Castello di brescia Misteri5Come ogni castello che si rispetti, anche questo ha i suoi misteri, anche se qui non si parla di streghe o fantasmi… Il primo si trova nella Torre Coltrina, che  prende il nome dall’architetto Jacopo Coltrino, che la restaurò per conto dei Veneziani alla fine del Quattrocento. Nella parte più alta della torre vi sono alcune pitture murali che per soggetto, tecnica e materiali utilizzati sono databili a circa duecento anni prima.
Sono rappresentazioni di un torneo medievale, con bandiere, elmi e cavalieri. Sono raffigurati anche i tetti di una città in uno stile sicuramente precedente a quello rinascimentale.
Chi ha dipinto queste figure? Quando? Cosa raffigurano esattamente? Non è stato trovato alcun documento e gli storici non riescono a formulare spiegazioni convincenti.
FOCUS on Castello di brescia Misteri7C’è un altro mistero che lascia perplessi, oltre che archeologi e storici, i visitatori: la porta ad arco che si trova nei giardini settentrionali, che oggi sono parco pubblico, liberamente accessibili. Il grande portone si trova di fianco alla Fossa dei Martiri, luogo tristemente noto in quanto vi avvenivano le fucilazioni dei partigiani durante l’ultima guerra mondiale, come testimoniato ancor oggi da alcuni fori di proiettili nelle pietre.
È una grande porta che… non porta a nulla. Al di là di essa, infatti, ci sono un paio di metri di terra, poi uno strapiombo. Le ipotesi sulla sua funzione sono diverse, ma nessuna del tutto convincente. Forse serviva per fare passare i grossi blocchi di pietra provenienti da una cava sottostante? La salita al castello sarebbe però stata indubbiamente molto più comoda. Forse collegava altre torri o fortificazioni in seguito demolite o crollate? Ne sarebbe rimasta qualche traccia, mentre pare proprio che non ce ne siano. I misteri di questo luogo, comunque, non finiscono qui, a partire dai cunicoli sotterranei che non sempre si sa dove portino, in un’intricata rete di passaggi che sicuramente merita una visita.

100Km_Arrow_Back

NEI SOTTERRANEI DEL CASTELLO DI BRESCIA

 

Print Friendly, PDF & Email

I commenti i sono chiusi

« »