MENU

Metamorfosi di Milano. La città tra il 1959 e il 1963

10 febbraio 2015 •

121640938-996be350-6b48-43f9-bf7a-df0352c05347

All’ex Fornace del Naviglio Pavese fino al 22 febbraio c’è una la mostra fotografica dedicata a Enrico CattaneoMetamorfosi di Milano. La città tra le architetture e la vita quotidiana negli anni 1959-1963, promossa dal Comune di Milano e Zona 6 vuole offrire uno spaccato insolito delle periferie della attraverso gli scatti in bianco e nero del maestro 82enne.

Memoria operaia. Un tuffo nella Milano di 50 anni fa e dei luoghi sorti ai margini di una città che col tempo li ha trasformati in quartieri avveniristi. Cancellandone la memoria operaia.
Da Gratosoglio a Quarto Oggiaro, passando per l’Isola, la macchina fotografica di Cattaneo ha impresso sulla pellicola i bambini che giocavano nelle cave della Bovisa e le strade fangose che si snodavano tra palazzi costruiti nei campi. Atmosfere che per il maestro milanese sono anche rappresentazioni di geografie interiori, espressioni visive di stati d’animo che cattura e riporta ai nostri occhi meravigliati.

Cattaneo infatti è uno dei più grandi fotografi che hanno immortalato Milano attraverso i decenni. Nato nel 1932, fu vicino al Gruppo 66, fondato da autori non professionisti, appartenenti al Circolo Fotografico Milanese, che, secondo quanto dichiarato nel proprio manifesto, si prefiggevano “di effettuare ricerche e documentazioni su Milano in tutti i suoi aspetti più significativi di vita e d’ambiente, così da offrire nel tempo un panorama quanto più possibile vivo e concreto della città”.

Ex-Fornace Alzaia Naviglio Pavese 16, Milano (MM Porta Genova)

Fino al 22 Febbraio 2015

Lun-ven 9-12/13-17 – Sab-Dom 11-19 orario continuato, ingresso gratuito

Contatti:  alessia_locatelli@hotmail.com  Tel  02.88458600

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »