MENU

Le “giazere” Di Cazzago Brabbia

4 settembre 2017 •

100km_PEDIA

Un metodo antico per la conservazione del pesce

Le giazereLe tre ghiacciaie di Cazzago Brabbia risalgono al XVIII secolo, quando il lago di Varese era il più pescoso d’Europa. Sono appartenute a diverse famiglie nobili, che detenevano il diritto di pesca della zona, fino a divenire, nel 1922, proprietà della Cooperativa Pescatori del lago.

Restaurate dal comune di Cazzago Brabbia, oggi sono considerate bene culturale e architettonico di interesse storico. Le ghiacciaie (in dialetto, la zona dei cunsert) servivano alla conservazione del pesce pescato nel lago. Il ghiaccio raccolto durante l’inverno consentiva di conservare il pesce nella stagione estiva. Grandi lastre di ghiaccio, raccolte in inverno sul lago ghiacciato, venivano spezzate dai pescatori e disposte sul fondo interrato delle ghiacciaie. Il ghiaccio veniva quindi ricoperto con cascame di trebbiatura dei cereali e con giunchi, in modo da isolarlo al meglio. Il pesce (si parla di quintali!) veniva lavato e mondato nel lavatoio limitrofo, poi pesato e disposto in ceste ricoperte da felci, e veniva conservato per la commercializzazione sui mercati di Varese, Milano, Novara Vercelli, Torino e persino della Francia.

 

100Km_Arrow_Back

Le ciclabili dei laghi di Varese e Comabbio

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »