MENU

Il Castello Suardo di Bianzano

20 luglio 2017 •

Un maniero costruito dai Templari?

100km_PEDIA

Il castello, a pianta quadrata e ben conservato, risale alla prima metà del Duecento. È dotato di una doppia fila di mura e di un ponte levatoio. La val Cavallina era una via di collegamento tra il Brennero e la pianura Padana, come proseguimento della Val Camonica. Secondo alcune ipotesi, supportate dalla presenza di elementi architettonici caratteristici, il castello fu costruito dai Templari per ospitare i pellegrini che si recavano a Roma (e riscuotere i pedaggi…). Alla fine del Duecento, comunque, il castello divenne proprietà dei Suardo, che si imparentarono con i Visconti tramite il matrimonio di Giovanni Suardo con Bernarda, figlia di Bernabò Visconti: fu allora che vennero realizzati gli affreschi, che potete ammirare ancora oggi, in cui compaiono gli stemmi di entrambe le famiglie. Nella valle esistevano altri castelli, ma nel XV secolo la Repubblica di Venezia ne ordinò la distruzione. I Suardo salvarono quello di Bianzano abbattendo le merlature e coprendone il tetto, quindi annullandone le potenzialità difensive.Il castello può essere visitato in luglio e agosto il giovedì e il sabato alle 17 e 30.Negli altri periodi dell’anno le visite sono su prenotazione, contattando il custode al numero 100Km_Phone 348 3515018.

100Km_Arrow_Back

IL LAGO D’ENDINE, NEL CUORE DELLA VAL CAVALLINA

 

Print Friendly, PDF & Email

I commenti i sono chiusi

« »