MENU

La Villa di Monza

26 novembre 2014 •

Un moderno corridoio

100Km_Focuson Un’altra “invenzione” piermariniana fu l’introduzione a Monza del… corridoio! Se normalmente i palazzi nobiliari contavano sulla scenografica infilata di sale che entravano l’una dentro l’altra, a Monza, dove si prevedeva di accogliere molti ospiti, serviva un disimpegno, ovvero il corridoio. Con un concetto più simile all’hotel, che a un palazzo principesco, le sale del secondo piano nobile della villa si affacciavano sul corridoio, offrendo tra l’altro la possibilità di accorpare più ambienti per creare appartamenti di diversa dimensione, in relazione all’importanza dell’ospite. Concetto assai moderno di privacy, impensabile per un’epoca in cui la servitù aveva libero accesso anche alle stanze più private. Risalgono all’epoca del Piermarini i lunghi corridoi che distribuiscono le sale al secondo piano nobile e le ali laterali della villa.
100Km_Arrow_Back LA VILLA REALE DI MONZA

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »