MENU

LA SESTO SAN GIOVANNI DEL CAMPARI

28 ottobre 2014 •

Le fabbriche del Rondò e la strana avventura del Bitter

Descrizione itinerario   100km_Icona_Lowcost_OK

100KM_Mappa_Sesto_SG_ZQuesta storia comincia meno di duecento anni fa, in quel borgo ridente e salubre sorto al sesto miglio fuori dalla Milano romana (ad sextum lapidem), che era ancora la Sesto San Giovanni di metà Ottocento. Borgo ameno di ville (tante ville!) erette da famiglie nobili del Milanese, che così univano il controllo dei poderi alla fuga dalla “congestione” della città. Sì, perché Milano, già allora, era considerata metropoli “caotica”!

Curioso che in pochi decenni quella Sesto dall’aria salubre sia stata consacrata alla storia per le sue tante fabbriche, come la ”piccola Manchester” d’Italia, con un’immagine fumosa e… metallica.

La gita in giornata a costo zero che vi proponiamo (il primo su Sesto San Giovanni) è tutta dedicata a questa gloriosa e avvincente storia di fabbriche. Non è la Sesto della Breda o della Falck, ma delle altre fabbriche sorte intorno al Rondò, che oggi sono in gran parte perse tra le pieghe della città contemporanea. Muovendoci comodamente fra le due fermate Sesto 1°maggio-FS e Sesto Rondò della MM1, vi proponiamo un viaggio a ritroso, cercando di immaginare quando Sesto ribolliva di ciminiere e capannoni. Partendo con una vera chicca che non potrà, se vi piace il genere, non incantarvi: la Galleria Campari. Aperta al pubblico con visite guidate gratuite, non vi richiede nemmeno la prenotazione.

Ma attenzione… perché, fuori da lì’, sarà difficile non farsi prendere dalla voglia di degustare lo storico aperitivo!

100KM_H_Informazioni_NEW

Fotogallery

Continua a leggere

Print Friendly, PDF & Email

One Response to LA SESTO SAN GIOVANNI DEL CAMPARI

  1. […] La strana avventura del Bitter. Non tutti sanno che il vecchio stabilimento della Campari nel Comune a Nord di Milano è stato […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »