MENU

La patata Bianca di Oreno

22 settembre 2016 •

a cura di Cia Mi-Lo-Mblogo_cia_mi

Patata bianca di Oreno

Il borgo di Oreno fa parte della cittadina brianzola di Vimercate ed è caratterizzato da un particolare terreno, il cui ottimo equilibrio tra i diversi componenti minerali gli permette di trattenere l’umidità, evitando il ristagno dell’acqua e favorendo la coltivazione delle patate.

Le origini della coltivazione delle patate a Oreno risalgono alla seconda metà del XIX secolo; da allora e fino agli anni ‘30 del XX secolo la richiesta di questo particolare prodotto fu costante. Nei decenni successivi si assistette a una diminuzione della domanda, fino quasi alla sua scomparsa, a causa del secondo conflitto mondiale e della successiva industrializzazione del Paese. Intorno agli anni 2000 la produzione della patata bianca di Oreno aveva raggiunto livelli minimi. Tuttavia, nel 2007 il Parco della Cavallera e l’Associazione Valle San Martino, hanno dato avvio a un programma per il recupero della patata bianca di Oreno, che ne ha permesso la continuità di produzione.

I tuberi coltivati a Oreno sono di pasta bianca, hanno una forma allungata e un peso compreso tra 100 e 600g. Queste patate hanno un sapore particolarmente ricco e intenso e sono ideali per la preparazione di gnocchi, crocchette, purè e per fritture leggere. A Oreno, la semina delle patate avviene in primavera, mentre settembre è il mese della raccolta, che coincide con l’organizzazione della Sagra della Patata di Oreno, che quest’anno è caduta tra il 15 e il 18 settembre.

A cura di Confederazione Italiana Agricoltori MI-LO-MB

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »