MENU

Il santuario di Oneta, luogo del miracolo

21 gennaio 2015 •

Il santuario della Madonna del Frassino di Oneta

100km_PEDIA

Il santuario si trova nel territorio del Comune di Oneta, in Valle del Riso. È situato alle pendici dell’Alben, su una collinetta a quota 954 metri; il luogo trae origine dall’antico toponimo “Frasen”, con il quale la gente di Oneta individua tuttora un colle, sul quale un tempo vi era forse un maestoso frassino. Il luogo è famoso per un episodio miracoloso che si verificò nel 1512, il sanguinare di un’immagine della Madonna che era dipinta sulla parete di una fontana posta a lato. La chiesa è ricca di opere d’arte, ne citiamo solo alcune. La navata centrale presenta quattro affreschi attribuiti a Giovanni Brighenti, insigne pittore di Clusone (1784 – 1861), che vennero eseguiti presumibilmente negli anni 1830 – 1835. Il polittico della visitazione è una composizione pittorica realizzata su tavole di legno a tre scomparti: nella parte centrale è raffigurata la visita di Maria alla cugina Elisabetta, S. Giuseppe nello scomparto di sinistra, in quello di destra S. Zaccaria. È opera di Girolamo da Santa Croce. Sull’altare di destra, dedicato a S. Giovanni Battista, vi è una tela raffigurante l’incoronazione di Maria e i Santi Sebastiano e Giovanni Battista. La tela è attribuita ad Antonio Cifrondi, artista di Clusone vissuto dal 1656 al 1730. L’altare di sinistra è dedicato a S. Francesco. La tela riproduce il Santo nel momento in cui riceve le stigmate, la scena pastorale sullo sfondo rappresenta l’episodio di Caino e Abele.

100Km_Arrow_Back

LA MINIERA POLVERIERA DI GORNO, IN VAL SERIANA

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »