MENU

“LA MARTESANA E IL SUO NAVIGLIO” nel libro di Giancarlo Mele

16 dicembre 2014 •

martesana

Il naviglio della Martesana, realizzato nel XV secolo per collegare l’Adda a Milano, è diventato col tempo simbolo e cuore della regione, al punto da identificarla ormai con i soli centri abitati che sorgono sulle sue sponde. La Martesana è però un’area geografica più vasta, nella quale hanno vissuto, prosperato e combattuto molti popoli, a partire da Etruschi e Celti.

Un bel libro di Giancarlo Mele, La Martesana e il suo naviglio, edito da Meravigli, ne ripercorre la storia, narrandone le leggende, i luoghi, l’arte, i personaggi e anche qualche mistero…

Si parla, tra i molti, di Sant’Ambrogio, Ezzelino da Romano, Bernabò Visconti, Francesco Sforza, Leonardo da Vinci, delle famiglie aristocratiche milanesi, Di Casanova, Manzoni…

Citiamo, dalla conclusione, alcune righe scritte dall’autore: «A volte scopro ancora cascine dimenticate, con storie affascinanti e reperti che altrove nessuno noterebbe. Abbeveratoi che si rivelano tombe longobarde, soffitti lignei da cui emergono volute leonardesche, forni in pietra che denotano un passato operaio. Questa terra rivela i suoi tanti tesori solo a chi sa esplorarla con passione (…) La Martesana è uno scrigno aperto e a portata di mano, cui ricorrere spesso e con facilità. E vi assicuro che i suoi tesori sono preziosi».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »