MENU

Il Parco di Villa Annoni a Cuggiono: meraviglie di piante e storia

25 gennaio 2017 •

villa annoni cuggiono

Per dimensioni il Parco di Villa Annoni a Cuggiono è il secondo dopo quello (immenso) di Monza, con i suoi 23 ettari. Lo concepì in effetti proprio in quegli anni (tra il 1809 e il 1825) l’architetto Zanoja (che disegnò anche la facciata del Duomo di Milano), ispirandosi al parco della Villa Reale di Monza progettato da Luigi Canonica. E, come per Monza, anche quello di Cuggiono fu il completamento di una grande dimora neoclassica voluta dalla famiglia Annoni che oggi è sede del Municipio.

L’apertura al pubblico del giardino permette quindi non soltanto di immergersi in un’oasi verde che ossigena i polmoni, ma è un po’ anche un viaggio nella storia e nella bellezza di un giardino paesistico con tanto di tempietto neoclassico, Coffe House, Casa dei Daini e Casa dei Caprioli che un tempo dovevano ospitare gli animali del parco. E poi ci sono le serre che, secondo i documenti storici, accoglievano numerose piante “esotiche e indigene” e, come si conviene, il laghetto con cigni e anatre che fanno compagnia a pavoni, lepri, conigli e oche che capita di frequente di vedere vagando per i sentieri. Non mancano poi il vigneto storico e anche il giardino all’italiana con rose antiche e siepi di bosso potate secondo un disegno geometrico, oltre ad alcune essenze monumentali come il Cedro del Libano di oltre 200 anni, con un diametro del tronco di 5,50m e un centenario Acero Giapponese.

E allora, in attesa di poterne conoscere storia e meraviglie con una delle tante visite guidate che vi si organizzano, perchè non farci una puntata?

Ecco gli orari: fino al 28 febbraio 2017 il Parco è aperto da lunedì a sabato dalle 14 alle 17, la domenica e i festivi dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17. Volendo è disponibile anche un servizio di visite guidate al Parco e alla Villa,  contattando l’Associazione Guide Culturali di Cuggiono al n. 340/5063598, o con mail a guideculturali@gmail.com.

Ma attenzione: visto che nel parco vivono diversi animali, non è consentito né l’ingresso con i cani, né con le biciclette.

LINK alla mappa del Parco: 4.bp.blogspot.com

 

 

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »