MENU

Orrido di Bellano, il Cotonificio Cantoni

7 aprile 2014 •

Bellano come Manchester

100km_PEDIA

Focus On Bellano_Manchester_Small

Non può non saltarvi all’occhio il grande edificio industriale che precede la gola: un’aggiunta che può sembrare sacrilega in un simile contesto naturale, ma che in realtà fu determinante alla fine dell’Ottocento. Fu allora che Bellano fu ribattezzata per la sua intensa produttività “la piccola Manchester del lago”.
Si tratta del Cotonificio Cantoni, dove nel 1868 la famiglia di imprenditori legnanesi impiantò una filatura. A fine secolo la fabbrica contava 1000 dipendenti: una folla di famiglie per cui furono costruite una casa per operai e un convitto. Lo stabilimento attuale (ora in attesa di riqualificazione), realizzato con la locale Pietra di Moltrasio, fu ricostruito dopo un incendio nel 1898. Oggi è una delle più importanti testimonianze di archeologia industriale della zona.
I primi a sfruttare le acque del Pioverna come forza motrice erano stati i Gavazzi, occupando con il proprio setificio l’imbocco dell’Orrido (inizi dell’Ottocento). Nel 1859 gli si affiancò il laminatoio Badoni, del quale non è però rimasta alcuna traccia.

100Km_Arrow_Back

L’ORRIDO DI BELLANO, IL MISTERO DELLA MONTAGNA SUL LAGO

 

Print Friendly

I commenti i sono chiusi

« »