MENU

Dom 18: È ora di castagne, e non solo, in Oltrepò

15 ottobre 2015 •

marronidichiusani

È vero che il castagno non è una pianta selvatica? Qual è la differenza tra castagne e marroni? È vero che le castagne curano le malattie respiratorie? Perché la gente dell’Appennino non se la prende se gli viene dato del “buzzurro”?

Se al vostro appetito si associa la sete di conoscenza e di bellezze naturali, non potete mancare a questa escursione golosa alla scoperta del territorio di Chiusani, piccolo villaggio sorto all’ombra dell’antico Castrum Saxillae (l’odierna Rocca Susella), sulle colline dell’Oltrepò Pavese, che da tempo immemore basa la propria economia su questo delizioso prodotto dell’autunno. Per questo motivo ogni anno nella località si tiene una sagra della castagna che, oltre a dare l’opportunità di acquistare un prodotto assolutamente naturale a km. 0, consente di partecipare a una graziosa festa popolare con pranzo tradizionale e contorno folklorisitco. Calyx proporrà una passeggiata della durata di circa due ore per conoscere meglio il marrone di Chiusani e le ragioni storiche e ambientali della sua diffusione. Le attività avranno inizio con la visita guidata della Pieve di S. Zaccaria, chiesa facente parte del patrimonio artistico romanico pavese, che testimonia l’importanza del nostro territorio in epoca medievale, periodo in cui la castagna diventò la base dell’alimentazione per le popolazioni appenniniche. Terminata la visita, con un breve spostamento in auto si raggiungerà il punto di inizio della passeggiata vera e propria, nel corso della quale si visiteranno boschi misti e alla fine un castagneto, immersi nell’incantevole paesaggio della Valle Ardivestra, fino a raggiungere due dei più importanti siti di interesse geologico della provincia di Pavia: l’orrido e le formazioni erosive di Rocca Susella, che ci daranno modo di capire i fenomeni che hanno dato origine all’Appennino ed alla morfologia attuale di queste valli. Al termine si giungerà a Chiusani dove chi lo desidera potrà partecipare al pranzo contadino a base di polenta al cinghiale, merluzzo o gorgonzola oppure optare per la postazione spiedini e salamelle alla griglia o per l’angolo della pizza. Nel pomeriggio ci si potrà aggirare per le stradine del borgo osservando le dimostrazioni degli antichi mestieri e gustando dal primo pomeriggio castagnaccio, bastarnà (caldarroste), farsö (frittelle dolci) e schita (frittella salata)

Per la passeggiata sono necessarie scarpe da trekking e scorta d’acqua.
I partecipanti alla passeggiata potranno prenotare anche il pranzo presso la sagra della castagna di Chiusani facendone richiesta all’atto della prenotazione della passeggiata

Per ulteriori informazioni e prenotazioni contattare:

CALYX, Associazione Ricreativa Culturale, e-mail: calyxturismo@gmail.com
Tel.: 347-5894890 (Mirella) – 349-5567762 (Andrea)

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »