MENU

Dom 28: La CULTURA della solidarietà per i Terremotati si fa anche al Museo

28 agosto 2016 •

certosa pavia

In mezzo a tante iniziative di raccolta fondi per i Terremotati che lo scorso 24 agosto hanno visto letteralmente crollare insieme alle case, la vita, le certezze oltre a una buona quota di speranze, il Governo Italiano ne ha promosso una facile facile.

Un’iniziativa che indirettamente forse contribuirà anche a risvegliare quel senso di identità nazionale che a volte sembra vacillare, ricordandoci che in mezzo a differenze di pensiero, linguistiche, politiche, abbiamo anche tanto che ci rende un Popolo unico: la cultura e l’arte.

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Dario Franceschini ha invitato tutti, Italiani e non, a visitare i Musei del nostro paese oggi, domenica 28 agosto 2016, per sostenere con un gesto semplice le popolazioni colpite dal Terremoto.

Tutti gli ingressi dei Musei Statali, di molti Musei comunali e anche di molti tra quelli privati devolveranno infatti l’intera quota d’ingresso di questa domenica ai Terremotati. Le adesioni più numerose all’appello sono a Bergamo e a Milano, dove saranno devoluti anche gli incassi del concerto di chiusura della stagione estiva dell’Orchestra laVerdi (h. 18), all’Auditorium di largo Mahler. Il programma della stagione è stato incentrato sulle colonne sonore di grandi film, oggi in particolare su John Williams.

Nel piccolo di ciascuno, è un gesto concreto importante! Questi i Musei coinvolti.

MILANO. I Musei Civici:  Novecento, Musei del Castello e Pietà Rondanini, Storia Naturale, GAM, Archeologico, Acquario, Museo della Scienza e della Tecnologia, Casa Boschi, Palazzo Morando, Museo del Risorgimento, Studio Francesco Messina. L’orario di apertura dei Musei Civici è dalle 9 alle 17,30 (ultimo ingresso alle 16,30). Aderiscono anche (secondo il proprio orario) il Museo Bagatti Valsecchi e la Triennale, con le mostre della XXI Esposizione Internazionale; il Cenacolo Vinciano e la Pinacoteca di Brera.

BERGAMO. Accademia Carrara, GAMeC, Archeologico, Museo di Scienze Naturali e Musei gestiti dalla Fondazione Bergamo nella Storia.

BRESCIA. Parchi dei Massi di Cemmo e Incisioni Rupestri, della Valcamonica Romana, Archeologico del Teatro e dell’Anfiteatro di Cividate Camuno; Ville Romane di Desenzano e di Toscolano Maderno; Grotte di Catullo, Archeologico e Rocca di Sirmione.

CREMONA. Villa Romana di Palazzo Pignano.

MANTOVA. Musei Archeologico e di Palazzo Ducale a Mantova

MONZA E BRIANZA. Cappella Espiatoria, Monza

PAVIA. Museo della Certosa di Pavia

SONDRIO. Parco delle Incisioni Rupestri di Grosio; Palazzo Besta di Teglio

VARESE. Parco Archeologico di Castelseprio e Area Archeologica Monsorino di Golasecca.

PIACENZA. Musei Civici di Palazzo Farnese, di Storia Naturale, Galleria Ricci Oddi; Kronos – Museo della Cattedrale

PIEMONTE. Reggia di Venaria e Castello di Rivoli; a Torino e non: Palazzo Madama, Gam, Mao, Borgo Medievale, Musei Reali, del Cinema, Egizio, del Risorgimento, della Montagna, Ettore Fico, Pietro Micca, della Resistenza, della Sindone, dell’Auto; Fondazione Merz, Palazzo Falletti di Barolo, Pav, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

VERCELLI. Museo Leone, MAC – Museo Archeologico di Vercelli, Palazzo dei Musei di Varallo (con Pinacoteca e Museo Calderini)

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »