MENU

C’è vita intorno ai binari: storia, storie e futuro dei Magazzini Raccordati

12 gennaio 2016 •

Il “Grattacielo sdraiato“: così è stato un po’ ribattezzato quello strano fabbricato (oltre un chilometro di massicciata) con sopra i binari e sotto… la prospettiva (allettante) di una nuova vitalità! Sono i Magazzini Raccordati, ovvero quella lunga fila di spazi allineati tra via Sammartini e via Ferrante Aporti, che si allunga alle spalle della Stazione Centrale di Milano.

Spazi per le merci che transitavano dalla stazione, serviti da due binari interni che agevolavano la circolazione e di cui ancora si vede traccia sotto i tunnel che collegano le due vie limitrofe.

Oggi sono finalmente oggetto di un restauro che, dalla Stazione verso fuori città, porterà in breve al recupero non solo di un edificio storico di inizio Novecento, ma soprattutto permetterà di ricucire l’al di qua con l’al di là della ferrovia, diventando motore di incontro e sede di attività che riqualificheranno la zona. Progetto ambizioso, senza dubbio, ma che oggi, grazie al paziente, entusiasta e infaticabile lavoro dell’Associazione Gruppo FAS Ferrante Aporti Sammartini, con anche la collaborazione del Politecnico di Milano (che vi ha dedicato due anni a laboratori di tesi!), sta finalmente concretizzandosi!

Venerdì 9 gennaio, presso la Biblioteca di Zona di via Valvassori Peroni, è stato presentato il libro “C’è vita intorno ai binari” che, prendendo spunto dal titolo di una due giorni di spettacoli, feste, iniziative organizzata dall’associazione nel giugno 2013 (e ripetuta anche nel 2014), è dedicato al racconto di questa “avventura” urbana.

Sottotitolo esplicativo: “Passato presente futuro“, per raccontare cosa sono stati i Magazzini Raccordati (anche con una ricca documentazione fotografica) e qual è stata la loro importanza per la storia della città, brano dimenticato di un passato che non è poi così lontano. Per raccontare cosa c’è stato fino a poco tempo fa e qualcosa del restauro attuale. Per raccontare gli illustri esempi di analoghi spazi di archeologia industriale in città come Parigi, Londra, Berlino, New York o Zurigo. E per immaginare, grazie anche al contributo delle scuole della zona, cosa i Magazzini Raccordati possono diventare e quale occasione non solo di riutilizzo (e di risorsa economica), ma anche di partecipazione sociale possa “nascondersi” nel riconoscimento dell’importanza, della storia e della qualità di parti della città dimenticata. Per pensare in modo nuovo Milano e la sua storia, appropriandosene.

Il libro è stato stampato grazie a un’operazione di coinvolgimento di privati e istituzioni che si sono rese disponibili attraverso testimonianze, foto, ricordi.

E a noi di 100km, questa storia avvincente non poteva non piacere!

Lo si può acquistare contattando l’Associazione Gruppo FAS alla mail: fas@magazziniraccordati.it o al tel. 02 66146236.

LINK: www.magazziniraccordati.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »