MENU

Castelli del cremonese

10 giugno 2014 •

Cecilia, Leonardo e l’ermellino

100Km_Focuson Allevata nel clima colto e raffinato della Milano di fine Quattrocento, la Gallerani, essa stessa poetessa, ebbe un posto di particolare prestigio alla corte del Moro. Per la sua cultura, a quell’epoca appannaggio maschile, e per la notevole bellezza, seppe conquistarsi un posto nel cuore dello Sforza che le riservò un appartamento nel Castello. A quell’epoca risale il ritratto eseguito da Leonardo da Vinci. Il maestro toscano artefice del “Cenacolo” e del magnifico pergolato della Sala delle Asse del Castello Sforzesco, ne lascerà un’immagine suadente e misteriosa, la “Dama con l’Ermellino” (1488), ponendole in grembo l’animale che per l’astuzia e l’intraprendenza doveva simboleggiare proprio il Moro, cui la dama aveva dato un figlio (Cesare).Il dipinto, oggi esposto al Castello del Wawel di Cracovia (Polonia), è una delle opere più affascinanti ed enigmatiche di Leonardo.
100Km_Arrow_Back CASTELLI DEL CREMONESE: LE SONTUOSE DELIZIE DELLA BASSA

Print Friendly

I commenti i sono chiusi

« »