MENU

Alla scoperta della Rossa!

26 novembre 2014 •

In occasione del 50° anniversario della metropolitana rossa (MM1) progettata da Franco Albini, Franca Helg e Bob Noorda nel 1964, la FondazionFranco Albini in collaborazione con Campari, celebra insieme alla città questa importante opera, diventata un successo mondiale.

Mostra “Alla scoperta della Rossa”

La Fondazione Franco Albini ospita, nella sua sede di via Telesio 13, una mostra dedicata alla Metropolitana.

Una mostra per immagini, dove ogni immagine ha una storia da raccontare.

La mostra proseguirà fino a Expo Milano 2015 e sarà integrata alle visite guidate solo su prenotazione.

Visite guidate “Alla scoperta della Rossa”

Per i 50 anni della Metropolitana Linea 1 Rossa di Milano la Fondazione Franco Albini propone delle visite guidate che focalizzano sulla Metro e sugli aspetti architettonici che hanno contribuito a definirla la più grande opera di Design cittadino esistente.

Per far vivere con occhi nuovi un luogo della città spesso dato per scontato, partiremo dallo studio dove dal 1961 Franco Albini, Franca Helg e Bob Noorda progettarono gli interni della sotterranea, ammirando anche la Mostra allestita in sede. Curate dall’architetto Giovanni Luca Minici, durante le visite verranno illustrati sia il progetto sia la storia travagliata che ha portato ai primi cantieri e il loro rapporto con la città, il progetto architettonico, per potersi, per una volta, fermare a scoprirne i dettagli e svelare tutti quei particolari, spesso dimenticati, che hanno determinato da subito il successo mondiale della M1 di Milano che ancora oggi funge da modello.

L’affluenza sia per la mostra che per le visite guidate sarà gestita su prenotazione ai numeri 02 4982378/3356556901 oppure scrivendo a fondazionefrancoalbini@gmail.com.

Fondazione Franco Albini insieme a Galleria Campari vuole ascoltare e dare voce a storie, racconti e scritti ispirati dalla Metropolitana.

Galleria Campari, inoltre, propone l’esposizione di tre opere di Bruno Munari, realizzate tra il 1984 e il 1985, che rappresentano l’evoluzione grafica e compositiva del famoso manifesto, nel dettaglio: Variante unica del primo collage – su fondo rosso magenta (1984), Limiti di leggibilità di un logotipo – su fondo giallo (1985) e Momenti dinamici di un logotipo – su fondo nero (1985). La temporary exhibit è allestista presso il Campari Wall, struttura che accoglie i visitatori presso l’HQ del Gruppo Campari presso la sede di Sesto, fino al 10 gennaio.

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

« »